Jacinta Biografie Heijmans
Galerie

  

JacintaJacinta Heijmans (nata ad Haarlem nel 1948), é la figlia di un famoso pittore materialista Eduard Heijmans (1912-1972), che ha opere d'arte sparse in tutto il mondo. Ha cominciato giá in tenera etá a dipingere e, nella casa paterna arrivarano pittori conosciuti come Zadkine e Anton Heijboer- cominció Heijmans, autodidatta la sua carriera in etá avanzata.

Nel frattempo il lavoro di Heijmans fu guardato internazionalmente . Le caratteristiche principali dei suoi quadri sono delle figure colorate fantastiche ed appartenenti al mondo dei sogni. Le forme organiche e simbiotiche simbolizzano fertilitá, nascita, crescita, creazione e relazione. qui si mescolano la gioia della vi ed il mistero in un'affascinante maniera fino ad essere magici.


' Nel mondo di Jacinta Heijmans veniamo trascinati da una corrente di fantasia con forme danzanti, colori che si uniscono ad un mondo arcaico , archeotipo, racconti di mille e una notte, miracoli biblici,
ed un mondo lontano dalla realtá con poteri magici'
.

Nico van der Endt, Galerie Hamer


'Jacinta Heijmans dipinge liberamente e con creativitá.Con Ccolori da neon dipinge in eccezional modo la vita postmoderna delle metropoli dieci volte piú grande di Amsterdam. La lingua dell'immagine non é piú vuota e non visuale ma surreale 'un mare da bere' per la collettivitá incosciente.
A parte la spregiudicatezza, la sua ironia drammatica e felice, si puó notare che rassomigli ai cartoni animati. La nuova serie dell'Arca di Noé sembra essere una nuova via per lei. i suoi lavori sembrano piú trasparenti e l'artista sembra essere influenzata dall'esterno: altre culture e storie dei tempi che furono. Jacinta Heijmans é senza dubbio e senza essere vista sulla via del suo proprio universo. i suoi quadri sono un mezzo di trasporto per l'anima. Qualsiasi sciamano potrebbe imparare da lei!'.

George Moorann, poeta ed editore/ direttore capo De Zingende Zaag


'Sono pitture che si possono adattare in qualsiasi luogo; pitture che vengono da un bisogno personale, fuori da qualsiasi corrente e direzionate ai vari dibattiti artistici.'

Archietetto Cees Dam


'Vedo una corrente surrealista, piú un bisogno di dinamismo; una pesantezza che si estrae da figure colorate. Dico surrealismo perché i capolavori degli Heijmans vengono da un inconscio fino ad arrivare ad una realtá. Visto che il fantastico i mescola con il reale e le immagini indirettamente sono in relazione con le emozioni umane e paure.

scrittore e programmatore televisivo Milo Aanstadt

Agenda
Contact
Gastenboek

Puzzel